testimonianze

in ordine cronologico: le ultime sono in fondo

Leader Training 20-21 Agosto 2016

 Monte San Giusto

DSC_9143

DSC_8469
Un’esperienza rigenerante e di trasformazione intima
Chiurlo Cipresso 

 

DSC_8794Esperienza entusiasmante, con la dolcezza e rigorosità di Lucia e la gioiosa esperta esperienza di Lara. Socprire e avere la conferma che sì, esiste un modus vivendi solare! Esiste la possibilità reale  e quotidiana di vivere affrontando le più svariate situazioni con la serenità e l’abbraccio di una risata e la sincerità di una o più lacrime che permettono di mettersi in pace con se stessi e con il profondo. Esiste davvero la possibilità di creare una magnifica ragnatela di sottili fili, ma vivi, sinceri e forti fatti di persone in connessione grazie ai club, ai giochi, alle grasse risate, agli sguardi empatici e dulcis in fundo ai buddy e ai coach che a mio avviso rappresentano il modo migliore per supportarsi reciprocamente e regalarsi ogni giorno un momento di para dal tran tran quotidiano. ENTUSIASMANTE!
Silvia Martorelli 

 

14068089_173364433073828_5855404921643623602_n
Esperienza da vivere!
Maria Grazia Lombardi

 

14089079_173364156407189_4009863798180732727_nQuello che provo è la sensazione nitida e precisa di avere più spazio dentro, uno spazio nuovo di possibilità e di luce. Avervi conosciuto è stato un momento davvero speciale di condivisione e fratellanza, grazie a ognuno di voi.
Alessia Berettini

14102517_173321029744835_2209060027224511640_nÈ stata un’esperienza che mi ha portato tanta leggerezza, mi ha fatto capire che la Franci scanzonata e allegra ancora c’è e che va tirata fuori con tutta la forza possibile e immaginabile. È stata un’esperienza che ha segnato il mio attuale cammino assai tortuoso e che mi ha dato la certezza che se si vuole si può affrontare tutto con il sorriso sulla bocca e nel cuore. Ancora in qualche momento il mio sorriso si trasforma in pianto, il mio pianto si tramuta in sorriso, ma la cosa più bella è guardarsi da dentro e vedere che in così poco tempo qualcosa sta cambiando. Grazie al gruppo fantastico con il quale nei due giorni si è creata un’atmosfera speciale. Grazie alla giocosità di Lucia, alla dolcezza di Lara, grazie alla mia amica di gioventù Ilenia e grazie alla mia buddy con la quale continuo a condividere questa bellissima esperienza ogni giorno.
Francesca Pieri

14102712_10209401962273342_7333150525617141189_n

 

È stata una delle esperienza più belle della mia vita. Ho conosciuto persone fantastiche e tu e Lara siete… che dire, non mi vengono le parole… Wow!
Cristian Catellani

 

14100381_173321276411477_2207156687981777094_nDifficile descrivere quei due giorni in poche parole, direi veramente intensi. Il gruppo è stato davvero partecipativo e sia tu che Lara avete condotto benissimo. Raramente mi sono trovato così coinvolto come in quei giorni. Chiaro e diretto, direi che il messaggio dello Yoga della Risata non poteva arrivarmi meglio, è stata proprio “tanta roba”.
Marco Cademartori

gaiaCosa mi porto a casa? Di sicuro un modo divertente per fare gli addominali, una sfida quasi giunta al termine ed un confronto coi ragazzi che insieme a me hanno fatto il corso quest’estate. La verità è che non siamo quelli a cui va sempre tutto bene, molti di loro vivono nelle vicinanze di dove poche settimane fa è avvenuto il terremoto, alcuni hanno quarantanni e si sono rimessi in gioco da capo, altri hanno smesso di sentirsi dei pazzi fuori luogo ed alcuni hanno ritrovato una gioia che pensavano di aver perso. Però ridiamo, delle volte per davvero ed alcune volte per finta, chiediamo aiuto quando non ci parte la ridolera ed abbiamo provato sulla nostra pelle che “non ridiamo perchè siamo felici, siamo felici perchè ridiamo” come ci ha ricordato Lucia citando W. James e comunque di sicuro ci proviamo. Io ci provo perché dei giorni, quando meno lo aspetto, sento forte nascere tra una risata e l’altra un gran senso di gratitudine, di quella che abbraccia l’intera Vita, che ossigena il cuore nel profondo, in quello spazio alla radice dove forse siamo tutti un gigantesco sorriso sulla labbra di Dio.
Gaia Arpalice

 

Leader Training Ottobre 2016
Monte San Giusto

img_7496

 

img_7470

Il corso Leader per me non è stato solo un’esperienza ricchissima, strabiliante e sorprendente…ma un nuovo inizio, una nuova alba, l’apertura di un altro sipario su un nuovo palcoscenico della mia Vita!!!

Grazie a Lucia e al suo immenso cuore, grazie alla sua passione e al suo entusiasmo vulcanico, grazie alla speciale occasione del Clown&Clown Festival e alla preziosa presenza del Dott. Kataria e grazie ai tanti Leaders e Teachers che ci hanno raggiunti e arricchiti con le loro risate e la loro straripante allegria, lo Yoga della Risata è entrato nella mia Vita e ne è diventato parte integrante, risvegliando la mia risata, il mio diaframma, il mio coraggio, la mia energia, ampliando e approfondendo le mie relazioni e le mie amicizie e soprattutto portando alla luce la gioia più intima e profonda della mia essenza!!! Che dire…ho trovato una nuova grande famiglia fatta di anime meravigliose e oggi non riesco ad immaginare un solo giorno senza Risata!!! Il mio approccio alla Vita e alle persone è completamente rivoluzionato, si è colorato di verità, profondità, speranza, energia e positività, più di come era prima!!!

Credo che ognuno di noi debba essere un faro in questo viaggio meraviglioso che è la Vita, con l’obiettivo di illuminare gli altri e portare gioia, e per farlo dobbiamo avere una carica sempiterna nel nostro cuore e lo Yoga della Risata è una fonte inesauribile di Energia e Amore incondizionato!!!
Immensamente grata e felice, non vedo l’ora di aprire il mio Club e di diventare Teacher!!! Grazie Lucia!!! Grazie Madan!!! Grazie Vita!!!
Emy D’Erasmo

 

dsc_9797“Ho incontrato per la prima volta lo yoga della risata senza nemmeno sapere cosa fosse ma sentendo forte l’istinto di voler provare.
Ho immediatamente sentito forti resistenze e anche una gran voglia di piangere, ed ho subito capito che se non riuscivo a fare una cosa tanto spontanea come la risata avrei dovuto approfondine le motivazioni e in meno di una settimana stavo già frequentando il mio leader training.

Già dal mattino seguente ho avuto modo di apprezzare i cambiamenti che stavano avvenendo dentro di me, ero bloccatissima e impacciata ma non importava: dovevo comunque provare a fare il possibile per sbloccare la mia risata. Durante il leader training non ho sbloccato nessuna risata ma devo dire che il mio cervello e mie pensieri hanno immediatamente cambiato direzione. Finito il training c’è stata una giornata con Madan Kataria che mi ha motivato ulteriormente ad andare avanti.

Da gran caparbia ho iniziato la sfida dei 40 giorni (ridere 10 minuti al giorno per 40 giorni n.d.r.), e il pellegrinaggio nei vari club della risata della zona, un po’ per la risata e un po’ perché ne sentivo fortemente la necessità. Giorno dopo giorno mi sentivo sempre un po’ meglio e anche un po’ migliorata tanto da desiderare immediatamente un club il più vicino possibile a me .

È cresciuto a dismisura il desiderio di dare , di poter regalare a quante più persone possibili la risata , sogno che si è poi concretizzato il 24 novembre con il club Portasorriso.

Capire giorno dopo giorno, quanto sia importante non dimenticarsi di ridere nelle difficoltà è indispensabile per poter sopravvivere. Capire che le convenzioni sociali ci portano lontano da ciò che ci appartiene nel profondo ,il sorriso. Non è altro che un istinto che però affoga nello stress e nei problemi che incontriamo ogni giorno. Coltivare la risata incondizionata nel privato, con la nostra famiglia e soprattutto con i nostri figli è a mio avviso un dovere e allo stesso tempo un privilegio che non dobbiamo più dimenticare.

Ridere fa troppo bene, è una grande ventata di aria fresca che entra dentro di noi regalandoci punti di vista sempre nuovi e alternativi che ci sembrano inesistenti mentre siamo assorbiti dai problemi. Non finirò mai di essere grata alla mia teacher ,ormai grande amica, Lucia per questo dono immenso ancora tutto da esplorare che ha tirato fuori da dentro di me.

Clara Romanelli

 

Leader Training di Yoga della Risata
4/5 Febbraio 2017
Porto S. Elpidio

 

In questi giorni mi sono concessa uno spazio vitale cre-attivo, in cui il giudizio, il dimostrare, il valutare, hanno lasciato il posto al coraggio, all’autenticità, alla sorpresa, alla bellezza dell’essere diversi… mi sono riappropriata della bellezza. I nostri coach ci hanno presi per mano e con amore, pazienza e rispetto ci hanno condotti dentro il sorriso, dapprima il proprio, poi quello “altro”.
Sono diventata il sorriso attraverso un percorso di conoscenza, pratica e azione. Ho agganciato occhi, mi sono persa in sguardi di sorpresa, mi/ci siamo coccolati, toccati con rispetto, ballato, mosso il corpo secondo schemi corporei mai sperimentati, utilizzato la voce, la parola in maniera del tutto sconosciuta…insomma sono, siamo stati noi stessi gratuitamente… tutto ci è stato donato senza chiedere in cambio nulla, solo essere profondamente se stessi… giù le maschere, giù gli orpelli, senza paura.

Anna Santarelli (leggi qui la testimonianza lunga)

 

Grigio ed umido pomeriggio d’autunno, carico di stagnante umidita’. Giornata pesante resa ancor più pesante da un evento che stava turbando la mia serenità. Trasformando la mia quotidianità in un incubo senza fine.
Ho la fortuna ed il piacere di incontrare e conoscere sul mio cammino Lucia berdini, formidabile persona di rara empatia, personalità ed umanità prima che leader di YDR.

Febbraio 2017 Lucia Berdini mi invita a frequeCntare il Corso di formazione per diventare Leader di quello Yoga della Risata di Mr Dott. KATARIA di cui si fece interprete e che ebbi modo di apprezzare a Novembre. Detto fatto !
Sento che Lucia è il mio spirito guida, la raggiungo unitamente a Sergio Cintoli, altro teacher per  i due giorni di full immersion per il Leader Training. A Lucia e Sergio la mia eterna gratitudine per aver organizzato il corso ed averCI accolto nella GRANDE comunita’ di Mr. Dott. Kataria. Con loro ringrazio senza nessun ordine preferenziale Ilenia, Elisabetta,Clara, Sonia,Paola, Maria Grazia e con loro Giovanni e la sua concreta Testimonianza . Con la sapiente professionale regia dei due spendidi teachers LUCIA e SERGIO e della splendida famiglia degli altri LEADERNAUTI  : Anna, Barara, Clotilde  Cristina,Elena,Luca,Matteo abbiamo CONDIVISO un esperienza formidabile ed emotivamente coinvolgente oltre che formativa.

Lo YDR  è un VIAGGIO che consiglio di intraprendere a tutti, senza se e senza ma, per recuperare l’aspetto ludico e spensierato del bambino che è in noi liberandolo dal sedimento millenario delle catene invisibili  del giudizio e del pre-giudizio dell’uomo. Un grazie deferente a Mr. Dott. Kataria alla Sig.Ra Lucaccioni per il loro prezioso insegnamento di indubbia utilità sociale,umana e valido agonista terapeutico. Cosa aggiungere ? Da tre giorni ho iniziato i miei primi 41 gg di risate e la vita già mi sorride. A Lucia Berdini mio spirito guida va il mio eterno abbraccio ed un commiato che vuole essere un arrivederci con una frase di JP Sartre : “Esiste sempre un piccolo margine che non può essere detto, non vuole essere detto, ma chiede di essere saputo .” Mr. KATARIA , LUCIA,SERGIO: GRAZIE !

Piergaetano Catalini 

 

Leader Training all’ Asilo nel Bosco

 Ostia Antica – 4/5 Marzo

Una centrifuga di emozioni. Un mazzo di chiavi per aprire l’armadio dove avevo chiuso i miei scheletri e una dose massiccia di coraggio: quello che occorre per usare quelle chiavi.
Una bolla spazio-temporale dove la vera me stessa si è divertita, si è amata,si è lasciata coccolare e vedere, senza paura di non essere abbastanza, senza timore alcuno di non essere accettata.esse era necessaria la mia volontà,è vero anche che a indicarmi la strada c’era una tra le persone più straordinarie che io abbia mai conosciuto. 
Grazie Lucia. Grazie con  tutto il mio cuore ridente.
Giordana Ronci
 
L’esperienza che abbiamo condiviso e’ stata fantastica. Il solo confronto aperto sincero e senza giudizio è già di per sé un miracolo e quando si da’ e si riceve con questo spirito, il legame che si crea è di grande spessore. Tu ci hai trasmesso con la tua splendida energia spontanea la forza di questo strumento. Ognuno di noi ha delle sfide da affrontare nella vita, ma la vera e grande sfida è di COME affrontarle. Non possiamo cambiarle ma sicuramente possiamo cambiare il nostro atteggiamento interno. E lo yoga della risata ci rende forti e leggeri allo stesso tempo, forti perché la risata riesce a stemperare i momenti più difficili, e leggeri perché ci ricorda che dobbiamo essere sempre bambini, che non dobbiamo perdere la visione della bellezza della vita, che siamo su questo pianeta per sperimentare ed anche per giocare. Questa società ci insegna per prima cosa che dobbiamo vivere senza gioia e che diventare adulti significa identificarsi con la serietà mediante schemi imposti dall’esterno. E così ci troviamo a dover usare delle tecniche per portare alla luce ciò di cui siamo già dotati, ciò che sta già dentro di noi. Allora ridiamo e cominciamo a sovvertire questa società. 
Lucia Bagalà
 
Il corso è stato ciò che speravo fosse. Lo ydr è uno strumento che ancora devo conoscere bene, ma che mi sembra l’equivalente del miele e del pezzetto di banana in cui da piccole io e mie sorella avvolgevamo le medicine per non sentirle, mandandole giù. Si ride, ci si diverte senza neanche saperne il perchè e intanto il corpo e la mente si aprono, si riaggiustano… e si sta meglio. Ho notato che avevo e ho davvero tanto bisogno di ridere, più di quanto non ne avessi di piangere (pensavo invece fosse il contrario); perciò rido e tanto. La prospettiva di poter mettere al servizio di chi vorrà tutto il bagaglio che ho, insieme alla possibilità di accedere a se stessi e a una condizione di maggiore gioia e benessere con uno strumento tanto semplice, mi dà tanta fiducia e positività che ultimamente mi sembrava di aver perso un po’ di vista. E poi in questo modo intanto lo faccio anch’io!  La condivisione delle proprie storie e delle risate mi ha arricchito molto. Non vedo l’ora di poter andare in giro a far rotolare la gente dalle risate 🙂
Ti ringrazio tantissimo per l’energia, la passione, l’amore e la luce che incarni e metti a disposizione: sono ispiranti e motivanti <3
Giorgia Calcari
Per me sei arrivata come una benedizione! È  un periodo che sto facendo un percorso per ritrovare me stessa, quindi come dici te , nulla arriva per caso.
Dalla tua voce per telefono già  intuivo che sarebbero stati due giorni divertenti.  Dire divertenti però è   troppo banale. In quei due giorni sono riuscita grazie a te a sbloccare oltre la risata , il pianto ….emozioni a non finire. Per me sei stata una grande…ho imparato una grande lezione di vita! La semplicità, la naturalezza delle cose e apprezzarle per quello che sono. Ora ho davanti a me il viaggio in kenia, con tanto di risata in aereo poi al ritorno ho intenzione tempo permettendo di cominciare con le sessioni.  GRAZIE GRAZIE e ancora GRAZIE per avermi donato oltre a due giorni meravigliosi  la tua conoscenza . 
Anna Crespi

Inizialmente mi sono sentita spaesata poiché è un approccio totalmente diverso dallo yoga che conoscevo; poi scettica; poi timida; poi titubante; poi ho cominciato a chiedermi “ma che cavolo sto a fà?” e così si è concluso il primo giorno.
Tornata a casa ho condiviso la mia giornata e tutti questi contrastanti pensieri ed emozioni con mio marito, la persona a cui più di tutte devo la mia gratitudine per la libertà e l’incoraggiamento che mi dà per affrontare la mia crescita personale. La conclusione è stata: “Non ti opporre ma lasciati andare”, “Bene! Ci proverò!” E il giorno dopo ci ho provato. Non so bene cosa realmente mi sia scattato dentro, e in quale preciso momento, ma improvvisamente mi sono ritrovata ad azzittare quel malefico giudice interiore, che sebbene meno potente, è sempre presente e mi sono lasciata andare. Ho cominciato a giocare con la risata spensieratamente, e magia: ho sentito che potevo ESSERE, ero LIBERA di ESSERE. Stavo lì, a fare giochi fanciulleschi, in piena libertà e nessuno mi giudicava, ma soprattutto IO non mi giudicavo.
Madan Kataria afferma: “si può essere simili ai bambini solo comportandosi come loro”, ed è davvero così. Ho cominciato a giocare con lei e a divertirmi. Quella bambina non è altro che la parte più genuina di me, la più autentica, e la bella notizia è che ognuno di noi nasconde sotto a strati e strati di strutture, questa meraviglia. Vederla, prenderle la mano e ritornare ad essere come lei, o meglio tornare lei, è stataed è, un’avventura strepitosa.
La magia che è accaduta in quel giorno è accaduta anche grazie alla bellissima energia della mia teacher, Lucia Berdini e del meraviglioso gruppo con cui ho condiviso e continuo a condividere questa esperienza. Ridere smuove dentro tante emozioni e le scioglie. Nei giorni a seguire ho sperimentato pianti di profonda liberazione. Nella quotidianità mi sto permettendo di sorridere ma soprattutto di ridere, anche “de core”, e i miei pensieri stanno diventando più positivi. Sto assaporando la bellezza di vivere senza giudizio, nella completa naturalezza dell’essere, godendo della mia spontaneità e della bellezza delle persone in tutte le loro sfaccettature. La positività chiama positività ed ecco che mi si presentano opportunità lavorative prima mai pensate.
Carolina Marincola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *