La risata è un fenomeno molto interessante e gli studi scientifici riconosciuti per studiarla , pur non essendo molti, sono in continua crescita. Giusto poco tempo fa ho pubblicato uno studio della British Academy sulla capacità della risata di aumentare notevolmente la soglia del dolore (specialmente se praticata in gruppo), grazie alla produzione di beta-endorfine (un antidolorifico naturale che produce il nostro corpo).


Leggi lo studio della British Academy : La risata migliora la tolleranza al dolore fisico


All’interno dello stesso studio, proprio verso la fine, vengono comunicate anche delle ipotesi molto interessanti sul potere della risata di funzionare come un collante sociale. Ho deciso di tradurre l’articolo perché credo sia interessanterrimo <3

LA RISATA È UN’ATTIVITÁ SINCRONIZZATA

La risata, oltre a svolgere un ruolo importante nella regolazione della conversazione nell’uomo, può anche svolgere un ruolo significativo nel facilitare i legami sociali tra i gruppi di individui. Sia nei primati che negli esseri umani, per esempio, la risata svolge un segnale importante durante il gioco sociale.

La capacità di sostenere la risata per periodi di diversi minuti alla volta può esagerare gli effetti oppiacei, stimolando così un aumentato senso di affetto che l’uomo può sperimentare in questi contesti. Un aspetto chiave potrebbe essere che la risata sociale (chiamata anche risata “Duchenne” nello studio n.d.t.) è altamente socialmente sincronizzata.

In uno studio sull’esercizio fisico (canottaggio), l’attività sincronizzata ha stimolato una produzione di endorfine (come indicizzato dalla variazione della soglia del dolore) doppia rispetto a quella generata dall’esercizio in solitaria.

Se gli effetti oppiacei delle endorfine creano un senso di benessere, l’attività sincronizzata potrebbe condurre ad una migliore prosocialità, e quindi a una maggiore adesione e cooperazione del gruppo. Anzi, anche una semplice sincronia comportamentale è sufficiente a migliorare il comportamento cooperativo nei soggetti.

Poichè possiamo anticipare un effetto simile derivante dalle risate sociali, uno sviluppo promettente futuro sarebbe quello di verificare se la risata prolungata, nei gruppi, aumenti la prosocialità o il comportamento altruistico.

 

LA RISATA PROCURA EUFORIA : COME DANZE, CANTI E RITI

La risata contrasta con molti altri aspetti convenzionali della comunicazione non verbale in un aspetto molto importante: sembra creare stati euforici nell’esecutore simili a quelli che si trovano nella musiche comunitarie, nella danze e in alcuni riti religiosi.

Ci sono alcune prove che suggeriscono che questi stati euforici sono associati anche al rilascio di endorfine. Canto, danza e riti sono da tempo riconosciuti come componenti importanti nel processo di creazione e adesioni di intere comunità nelle società tradizionali, un processo che si riferisce variamente nella letteratura antropologica come “effervescenza” e “communitas”.

I PRIMATI SI PULISCONO A VICENDA, NOI RIDIAMO (IL RISULTATO È LO STESSO)

Un’ipotesi evidente è che tutte queste attività sfruttano lo stesso meccanismo psicofarmacologico (il rilascio delle endorfine) allo stesso modo della toilettatura sociale nei primati. Entrambe le attività prevedono un meccanismo ponte (cioè una forma di toilettatura a distanza) che permette agli esseri umani di creare comunità sociali molto più grandi rispetto a quelle dei primati. Questa possibilità attende test dettagliati.

LA RISATA, UNO DEI QUATTRO ELEMENTI DELLA GIOIA

Insomma, alla fine dei conti lo sapevamo già, la risata è un’ottimo collante sociale. Ora però sappiamo che ha – a livello antropologico – qualcosa in comune con gli altri elementi della gioia: il gioco, il canto, la danza e la risata. A rendere queste attività degli enzimi per la prosocialità è proprio la loro sincronizzazione. Anche nello studio in cui viene dimostrato che la risata aumenta la soglia del dolore, tutti i risultati convergono sulla tesi che – se praticata in compagnia – la resistenza al dolore aumenta in maniera più consistente rispetto alla risata in solitaria. Quindi ridere, giocare, ballare e danzare insieme sono attività che – dall’alba dei tempi – sono state utilizzate dall’uomo per la creazione di comunità sempre più vaste. Perché? Perché praticandole produciamo endorfine, proviamo piacere, ci uniamo, diventiamo essere sociali e cooperiamo con piacere.

La natura è davvero intelligente.  <3

FonteSocial laughter is correlated with an elevated pain threshold

Teacher di Yoga della Risata, mamma, blogger e vorace lettrice. Sto diffondendo la risata e il gioco, strumenti semplicissimi e potenti, per aiutare più persone possibile a liberare il proprio potenziale, riprendere in mano il bambino interiore e vivere una vita al massimo delle proprie capacità. Vivo a Monte San Giusto, la città del sorriso, nelle Marche.

Ecco perché la risata funziona da collante sociale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *